Previsioni Italia

Situazione:

Il campo di alta pressione che ci ha regalato un’appendice di estate cederà nelle prossime ore per l’approssimarsi di una perturbazione che scaverà un vortice depressionario in approfondimento tra la Corsica e la Sardegna ed in successivo spostamento verso Sud.
La sua posizione iniziale ed il successivo suo traslare verso la Sicilia farà sì che sopratutto le zone centro meridionali tirreniche verranno ad essere interessate da tempo instabile caratterizzato da nuvolosità estesa e precipitazioni, anche se nella fase iniziale i fenomeni interesseranno pure il Nord con l’arrivo della prima neve sulle Alpi a quote intorno i 1500 / 1700 mt
Il minimo di bassa pressione richiamerebbe, inoltre, correnti umide e perturbate da levante che andrebbero ad impattare sulle aree del medio Adriatico per cui, per stau orografico, si presume che le zone interne montane e pedemontane tra Marche ed Abruzzo potrebbero ricevere precipitazioni a tratti anche intense tra martedì e giovedì.

Previsioni

Lunedì 1 Ottobre:
Al Nord peggiora il tempo sin dal mattino con nuvolosità estesa e compatta a cui saranno associate precipitazioni che risulteranno più diffuse e presenti sulle zone centroccidentali in estensione nel pomeriggio a quelle centro orientali. Attenuazione dei fenomeni dalla serata.

Al Centro peggiora dal mattino con nuvolosità estesa con piogge e locali temporali sul settore tirrenico. Sulle altre zone nuvolosità alta e stratiforme in assenza di precipitazioni significative o tuttalpiù deboli lungo le aree interne.

Al Sud prevalentemente soleggiato con aumento della nuvolosità, per nubi alte e stratiformi lungo il settore tirrenico dove saranno possibili deboli precipitazioni localmente sotto forma di rovesci o temporali.

Temperature in diminuzione al Nord, al Centro, e sui settori tirrenici interessati dalle precipitazioni, in temporaneo aumento sulle altre zone.

Venti forti settentrionali al nord e sulla Sardegna, moderati occidentali sulle altre zone con tendenza a provenire da nordest ed a rinforzare sull’adriatico settentrionale.

Mari: molto agitato Mar di Sardegna, Mar Ligure e Tirreno Centrale. Molto mossi i restanti mari.

LUNEDI’ 1 OTTOBRE

Martedì 2 Ottobre:
Al Nord nuvolosità ancora diffusa più estesa e compatta tra Liguria ed Emilia Romagna dove ancora insisteranno rovesci di pioggia  e temporali. Miglioramento dalla serata.

Al Centro cielo da nuvoloso a molto nuvoloso con precipitazioni diffuse più estese ed intense sui versanti occidentali ma con fenomeni in estensione ed intensificazione ai versanti adriatici.
I fenomeni sul versante tirrenico potranno assumere anche carattere temporalesco.

Al Sud nuvolosità estesa con rovesci di pioggia e temporali più frequenti sul settore tirrenico.
Le precipitazioni si presenteranno intense e a carattere temporalesco su Campania, e Sicilia Occidentale.
Nuvolosità stratiforme con associate precipitazioni, deboli e sparse, sui restanti settori.

Temperature in ripresa al nordovest, in diminuzione sui restanti settori.

Venti forti dai quadranti settentrionali al centro nord. Da deboli a moderati di direzione variabile al sud.

Mari: molto mossi fino ad agitati l’Adriatico Settentrionale, il mare Ligure, il Tirreno Settentrionale, il mare ed il canale di Sardegna.

MARTEDI’ 2 OTTOBRE

Mercoledì 3 Ottobre:
Al Nord quasi sereno o poco nuvoloso.

Al Centro cielo da nuvoloso a poco nuvoloso sulla fascia occidentale, molto nuvoloso sui versanti orientali montani, pedemontani e costieri con precipitazioni .persistenti localmente anche di forte intensità a ridosso dei rilievi sopravvento

Al Sud nuvolosità estesa con rovesci di pioggia intermittenti e locali temporali più frequenti sui settori ionici.
Tendenza ad schiarite sempre più frequenti ed ampie sulla Campania occidentale.

Temperature minime in diminuzione al Nord, stazionarie sul resto del paese; massime in aumento al Centro ed al Nord stazionarie o in lieve diminuzione al Sud

Venti moderati dai quadranti settentrionali al Nord, al Centro e Sud tirrenico, moderati meridionali al sud.

Mari: ancora agitato il mare di Sardegna, poco mosso il tirreno centrale, mossi gli altri altri mari.

MERCOLEDI’ 3 OTTOBRE